L’amianto (o absesto) è un materiale cancerogeno che è stato utilizzato in passato per diversi impieghi per le sue ottime proprietà isolanti, finché non ne sono stati vietati estrazione, importazione, commercializzazione e produzione con la Legge 257/92. L’amianto rappresenta un rischio prima per i lavoratori che si trovano a svolgere attività in aree in cui sono presenti fibre di amianto e poi per tutte le persone che in un modo o nell’altro possono venirvi in contatto.

Richiedi un preventivo

Contattaci per ricevere un preventivo gratuito e senza impegno o se vuoi avere maggiori informazioni sui servizi del nostro laboratorio di analisi ambientali.

Compila il form

Il nostro laboratorio, Labservice srl, si occupa di effettuare l’analisi su superfici e materiali per individuare l’eventuale presenza di fibre di amianto aerodisperso con tecnica MOCF – microscopia ottica a contrasto di fase. L’analisi prevede il campionamento e il conteggio delle fibre di amianto aerodisperse, consentendo così di avere una valutazione quantitativa dell’amianto negli ambienti; una valutazione del degrado dei materiali che contengono amianto. Per il campionamento viene effettuata una prima analisi visiva, a cui seguono la misurazione della concentrazione di fibre, materiale fotografico, prelievo dei materiali e compilazione della scheda tecnica.

Il tuo nome
La tua email
Telefono
La tua Richiesta
Acconsento al trattamento dei dati personali


CDS Service Sic Lav Srl
Telefono: 06 99 68 439
Fax: 06 99 68 849

Le leggi nazionali prevedono numerosi obblighi per ASL, datori di lavoro e cittadini che dovessero individuare elementi contenenti o composti da amianto, le aziende che si occupano del suo smaltimento devono rispondere a specifici requisiti e inviare relazioni annuali alla Commissione amianto.

Per ciò che riguarda la tutela di salute e sicurezza sul lavoro sono stati approvati numerosi provvedimenti specifici: il DPR 1124/1965; il DM 21/01/1987; il DLgs 257/2006. Nella legislazione vengono individuate le attività lavorative che possono portare all’esposizione alle fibre di amianto, obbligando il datore di lavoro a effettuare la valutazione del rischio amianto, inserendo risultati e procedure nel Documento di Valutazione Rischi, in base a quanto stabilito dal Testo Unico DLgs 81/08. Il datore di lavoro deve perciò effettuare specifiche analisi ambientali per individuare la presenza di amianto nei luoghi di lavoro, nel caso in cui tali indagini siano positive procedere con la bonifica con il supporto di ditte autorizzate e specializzate.