Corso HACCP: Perché

Se lavori all’interno della filiera alimentare come  imprenditore, di dipendente o di collaboratore, devi assolutamente sapere cos’è l’HACCP e perché è così importante per le attività che  producono e distribuiscono di alimenti e bevande.

Conoscere le regole dell’igiene e della sicurezza alimentare è un requisito indispensabile per tutti i profili e le figure che entrano in contatto con gli alimenti: dagli agricoltori agli autotrasportatori.

Il grado di conoscenza e di approfondimento della tematica varia in base alle responsabilità.

Per lavorare nell’industria alimentare la legge impone il conseguimento del certificato HACCP.
Si tratta di un attestato, conseguibile attraverso la frequentazione di un corso, che dimostra il possesso delle conoscenze relative alla microbiologia, alla conservazione degli alimenti, all’igienizzazione delle strutture/attrezzature e in generale a tutti gli aspetti inerenti alla materia ‘igiene alimentare’, sia per quanto riguarda le leggi nazionali che quelle europee.

Il corso HACCP: cos’è e a cosa serve

HACCP è l’acronimo di Hazard Analysis Critical Control Point (Analisi dei Rischi e Controllo dei Punti Critici).
Si tratta in parole più semplici di un sistema di controllo, relativamente alla produzione degli alimenti, che ha come obiettivo la garanzia della sicurezza igienica e della commestibilità.

Il Decreto Legislativo 193/07 prevede un’attività di autocontrollo igienico in tutti i pubblici esercizi e nelle industrie alimentari.
In particolare è previsto che il responsabile dell’azienda garantisca un adeguato grado di igienicità per quanto riguarda tutti i processi che interessano gli alimenti: fabbricazione, trasformazione, confezionamento, deposito, trasporto, distribuzione, preparazione, manipolazione, vendita e somministrazione.

Secondo le direttive, per elaborare un piano di autocontrollo efficace sulla sicurezza alimentare devono essere rispettati i seguenti principi:

Identificazione dei rischi inerenti ai vari processi a cui sono sottoposti gli alimenti; l’obiettivo in tal senso è prevenire, eliminare o nei casi peggiori ridurre gli eventuali ‘pericoli’.

  • Individuazione dei Punti Critici di Controllo (CCP) e delle fasi dove è possibile intervenire per prevenire, eliminare o limitare il rischio.
  • Definizione dei limiti di accettabilità dei rischi presenti nell’ambito dei CCP.
  • Definizione delle procedure di monitoraggio sanitario dei CCP.
  • Predisposizione di soluzioni correttive laddove necessarie.
  • Definizione di procedure di verifica atte a monitorare l’efficacia e il corretto funzionamento delle soluzioni adottate.
  • Predisposizione della documentazione relativa all’azienda (natura e dimensioni) e al piano HACCP.

 

Manuale HACCP

La normativa sulla sicurezza obbliga gli esercizi di ristorazione, bar, gelaterie, pizzerie, pasticcerie, pub, stabilimenti balneari, imprese di catering, grossisti, ambulanti, produttori primari e chiunque tratti alimenti e bevande a produrre un manuale di autocontrollo.

Si tratta molto più semplicemente di una serie di documenti da mettere a disposizione degli organi di controllo in fase di ispezione.

Il manuale deve contenere tutte le informazioni relative al piano igienico sanitario adottato dall’azienda sulla base del sistema HACCP.
Dal momento che ogni azienda ha caratteristiche strutturali e produttive differenti il manuale non può essere standard ma deve essere costruito su misura.

All’interno del manuale devono essere indicate, tra le altre informazioni, anche la definizione di ruoli e responsabilità, la descrizione dei prodotti, la tipologia di materie prime utilizzate e la programmazione relativa alla formazione del personale.

 

Attestato HACCP e i Corsi di Formazione

  • RESPONSABILE HACCP
    I corsi di formazione previsti per ottenere l’attestato HACCP per la figura del responsabile dell’industria alimentare sono disponibili online e video conferenza.
  • PERSONALE QUALIFICATO HACCP LIVELLO 1 e 2 (Che manipola alimenti)
    Per ottenere l’attestato HACCP livello 1 e 2 dovrete effettuare i corsi di formazione HACCP online e videoconferenza.
  • PERSONALE NON QUALIFICATO HACCP BASE (Che non manipola alimenti)
    Per l’attestato HACCP Base, dovrete effettuare il corso personale non qualificato che non manipola alimenti.
  • CONSULENTE HACCP
    Diventare Consulente HACCP è possibile tramite la nostra piattafoma dove sono presenti i corsi dell’HACCP.
  • FORMATORE HACCP
    Il formatore ha il ruolo di formare le figure come responsabile, personale qualificato livello 1e2, e non qualificato livello base, non che la formazione del consulente haccp e degli eventuali aggiornamenti previsti dalla legge.

 

Qui sotto sono riportati i nostri prezzi e link ai nostri corsi.

 

LISTINO PREZZI CORSI ALIMENTARISTI HACCP

Di seguito, la tabella con gli i prezzi dei corsi per alimentaristi HACCP proposti da CDS Service.

Aggiornamenti attestati HACCP

 

* I prezzi sono da intendersi IVA esclusa

 

Quando rinnovare l’attestato HACCP scaduto.

Di seguito sono riportati i periodi di validità dell’aggiornamento haccp su base regionale.

Regione Rinnovo ogni: Durata Corso di Aggiornamento
Abruzzo 3 anni 8 ore
Basilicata 2 anni 8 ore
Calabria 3 anni 12 ore per Responsabili Industria Alimentare;
8 ore per tutte le altre categorie di alimentaristi
Campania 3 anni 8 ore
Emilia-Romagna 3 anni 8 ore
Friuli-Venezia Giulia 2 anni 8 ore
Lazio autonoma* 12 ore per Responsabili Industria Alimentare;
8 ore per tutte le altre categorie di alimentaristi
Liguria 4 anni 12 ore per Responsabili Industria Alimentare;
8 ore per tutte le altre categorie di alimentaristi
Lombardia autonoma* 8 ore
Marche 3 anni 8 ore
Molise 5 anni 8 ore
Piemonte 3 anni 8 ore
Puglia 4 anni 8 ore
Sardegna 2 anni 8 ore
Sicilia 3 anni 8 ore
Toscana 5 anni 12 ore per Responsabili Industria Alimentare;
8 ore per tutte le altre categorie di alimentaristi
Trentino-Alto Adige autonoma* 8 ore
Umbria 3 anni 8 ore
Valle d’Aosta 3 anni 8 ore
Veneto autonoma* 8 ore

*Le regioni ‘autonome’ sono quelle che hanno deciso di delegare al datore di lavoro o al titolare dell’attività la responsabilità di monitorare la preparazione dei suoi impiegati e di stabilire quando occorre rinnovare e aggiornare la formazione dei dipendenti in merito all’haccp. Il rinnovo e aggiornamento deve comunque avvenire in modo ciclico e continuato (mediamente ogni 2/3 anni), ed è anzi indispensabile quando l’operatore cambia mansione ed è chiamato a svolgere nuovi compiti.

Occorre ricordare che per la validità dell’attestato fa fede la Regione in cui ci si trova ad operare: ad esempio, se lavorate in Sicilia e possedete l’attestato già da 3 anni (scaduto), il vostro attestato sarà valido per altri 2 anni se decidete di spostarvi in Toscana, regione in cui invece è valido per 5 anni.

 

Dal corso HACCP ai Corsi sulla sicurezza del lavoro

Obblighi del datore del lavoro, si ricorda che se nell’azienda è presente personale oltre ad avere l’obbligo del regolamento (CE) N. 852/2004 per chi vende, manipola o trasposta alimenti, incorre anche all’obbligo del decreto legislativo 81/08 poiché nell’azienda sono presenti dipendenti.

L’obbligo del datore di lavoro sarà di provvedere attraverso la nomina di un RSSP esterno o nominando un RSSP interno per la valutazione dei rischi presenti all’interno dell’azienda.
Verrà effettuata una valutazione dei rischi dopo un avvenuta ispezione da parte dell’ RSSP esterno o del datore di lavoro.

Sarà valutata la possibilità della nomina di un Medico Competente del lavoro, nel caso in cui i lavoratori presti nell’azienda sono sottoposti a rischi o pericoli.
I rischi presenti in azienda possono essere catalogate in 3 tipologie:

  • Rischio Alto
  • Rischio Medio
  • Rischio Basso

 

Verranno rilasciate dopo le visite da parte degli infermieri e del medico competente per la medicina del lavoro le idoneità sanitarie per il personale, con visite mediche annuali.

Verrà redatto un documenti di valutazione rischi (DVR) da parte di un tecnico o consulente sulla sicurezza sul lavoro dove verranno valutati i rischi aziendali.
Il datore di lavoro è obbligato alla formazione dei suoi dipendenti o lavoratori e non solo, ma dovrà scegliere tra  il personale delle figure responsabili di settori come l’antincendio ed il primo soccorso e a nominare in caso di più di 15 dipendenti il responsabile della sicurezza sul lavoro (RLS).

I corsi obbligatori per la sicurezza sul lavoro sono riportati nella tabella sottostante. Si ricorda che gli attestati hanno una validità non illimitata, quindi dovranno essere aggiornati attraverso dei corsi di aggiornamento qui sotto elencati:

ATTESTATI RSPP DATORE DI LAVORO INTERNO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ATTESTATO RSPP DATORE DI LAVORO INTERNO

ATTESTATI RSPP/ASPP ESTERNO

ATTESTATI DIRIGENTI

ATTESTATI PREPOSTI

ATTESTATI LAVORATORI

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI

ATTESTATI FORMATORE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO

ATTESTATO RLS

ATTESTATO RLST

ATTESTATO ADDETTI ANTINCENDIO

ATTESTATO ADDETTO PRIMO SOCCORSO

* I prezzi sono da intendersi IVA esclusa